Perfido porfido (sul pavé)
dario, 6/02/08. Pubblicato in poesia

È per principio di conservazione
dell’edilizia storica che trema
ruota se va ove pavimentazione
lastricata s’adagia. Ed è anatema:

insinuasi in insidia il gentil sesso
se di sua scarpa il tacco è sul selciato,
centauro ardito scivola qual fesso
se tal manto stradale s’è bagnato.

Così la strada stressaci più ancora
per sterile capriccio d’architetto
il qual dei cittadini l’astio ignora,

ma tutto si fa fiero s’è al cospetto
di strada storica ch’egli assapora
ignaro che a noi tutti fa dispetto